Cosa sono le smagliature?

Le smagliature sono un inestetismo cutaneo, che colpisce non solo le donne ma anche gli uomini. Non ci sono limiti di età ed i fattori possono essere molteplici. 

Ma cosa sono realmente le smagliature? Sono cicatrici cutanee che si formano a causa della vera e propria rottura delle fibre elastiche del derma. All’inizio compaiono, nella fase infiammatoria, come delle striature di colore rosso/viola, per poi diventare di colore bianco quando comincia la fase cicatriziale. Si sviluppano, nella maggior parte dei casi, sulle cosce, seno, addome e fianchi. Sugli uomini, le parti più colpite sono schiena e retro polpaccio.

Le linee che seguono sono denominate “linee di Langer”: le smagliature infatti percorrono quelle linee dove si trovano le fibre delle fasce muscolari superficiali (che vengono di solito tracciate, durante gli interventi chirurgici). Nella norma, le smagliature possono raggiungere una lunghezza pari ai 20 centimetri e larghezza di 2 millimetri  – salvo lesioni dovute a terapie con l‘impiego di cortisone, che possono avere dimensioni maggiori.

Questi inestetismi cutanei possono comparire in un’età variabile durante la pubertà ed adolescenza – ovvero tra i dodici ed i quindici anni, sviluppandosi al massimo durante la gravidanza. La smagliatura è comunque considerata un fastidio a livello estetico, che causa numerosi problemi psicologici nel mostrarsi nudi, a causa della non perfezione della pelle.

Le cause

Ma quali sono le cause che scaturiscono il formarsi delle smagliature? Le cause sono molteplici, anche se la più importante è la variazione ormonale, che non costituisce una nota positiva per l’elasticità delle pelle.

Altre cause scatenanti, possono essere:

  • Ereditarietà, infatti è provato scientificamente che esiste una connessione tra familiari, che possono trasmettere anche questa particolarità.
  • Diete drastiche, che portano a dimagrire velocemente e passare da una situazione di obesità ad una di dimagrimento eccessivo. In questo caso l’elasticità delle pelle va a perdersi, dando vita alle varie smagliature.
  • Gravidanza che porta il corpo a dei cambiamenti ed ad un ritorno alla “normalità”, nel giro di un anno circa. La pelle, in questo caso – soprattutto nella pancia – perde del tutto la sua elasticità ed il collagene naturale non è sufficiente per “riparare” il danno.
  • Variazioni ormonali complesse, soprattutto durante il periodo dell’adolescenza e pre menopausa.
  • Assunzione di alcuni farmaci, soprattutto a base di cortisone.

Consigli per prevenirle

Prendersi cura, in maniera adeguata, della propria pelle è uno dei primi passi per prevenire al meglio le smagliature: una pelle idratata continuamente, non solo all’esterno ma anche dall’interno è uno dei modi più facili per non avere gli inestetismi delle smagliature. Stesso discorso vale se le smagliature sono presenti, continuando ad idratare e prendersi cura sia della pelle che di se stessi.

Per prevenire o fermare lo sviluppo delle smagliature, bisogna adottare uno stile di vita sano ed equilibrato, svolgendo attività fisica (se non si ha tempo, cercare di camminare e muoversi quando possibile) e variando la propria alimentazione con cibi sani e senza grassi, senza dimenticare l’idratazione, elemento fondamentale per organismo e pelle.

Per idratare la pelle si consiglia di effettuare ogni giorno un massaggio completo, applicando una crema idratante, che abbia un certo potere sulla propria pelle. Massaggiare sempre fino a completo assorbimento, al fine di far andare la crema in profondità. Da evitare, quanto più possibile, l’assunzione di alcol e cibi grassi o insaccati, indumenti troppo stretti e vita sedentaria. 

Leggi anche: