Pressoterapia

La cellulite è una forma patologica che si forma in più parti del corpo come cosce, glutei, gambe e pancia. Rappresenta una forma di inestetismo molto fastidiosa e si cerca sempre di ricorrere ai sistemi di risoluzione più evoluti. Il suo sviluppo è dovuto da molti fattori, tra cui quello ereditario che può emergere dai vent’anni di vita in su.

Altri importanti fattori possono essere determinati da uno stile di vita non adeguato accompagnato da disidratazione, alimentazione scorretta e sedentarietà continua. Il grasso accumulato si deposita all’interno delle cellule e va a sviluppare quella che viene chiamata cellulite o buccia d’arancia.

I rimedi per prevenire ed eliminare tale inestetismo sono molteplici sia naturali che chirurgici ed infine cosmetologici e negli anni – grazie a continui studi e tecniche di miglioramento – si è potuto affermare che sono molte le tecniche che portano a dei risultati positivi.

La pressoterapia è una delle tecniche più utilizzate: un massaggio altamente tecnologico effettuato con l’ausilio di alcuni macchinari regolati da professionisti del settore.

Che cos’è e come funziona?

La pressoterapia è una tecnica di massaggio che viene effettuato direttamente sulla zona interessata, utilizzando un macchinario apposito che viene regolato e comandato da un medico qualificato. Al paziente viene fatto indossare un gambale che contiene delle sacche che sono disposte in serie, in maniera progressiva. Una volta che il macchinario viene azionato, queste si riempono d’aria comprimento la zona di interesse. Il macchinario viene impostato precedentemente a seconda del tipo di trattamento scelto e necessario. Le compressioni quindi possono essere differenti, anche se la più utilizzata è la sequenziale: le sacche si gonfiano in maniera continua e si sgonfiano tutte insieme, attendendo che l’ultima abbia raggiunto la compressione richiesta e desiderata.

Grazie a questa tecnica avanzata, la cellulite andrà ad essere sempre meno visibile: la pelle si ossigena in quanto liberata dalle tossine, la circolazione del sangue migliora ed il colorito diventa uniforme e luminoso. La durata del trattamento varia da soggetto a soggetto ed è indispensabile venga effettuato da personale altamente qualificato. I cicli richiesti di norma sono 12 e vengono effettuati ogni 3 settimane con una durata pari a trenta minuti ciascuno. Tra una seduta e l’altra il paziente dovrà indossare delle calze elastiche in modo da non vanificare il lavoro fatto dal massaggio del macchinario. Di norma non ci sono controindicazioni ma la tecnica è sconsigliata a chi soffre di problemi cardiovascolari e donne in gravidanza.